Trattamenti laser

Il LASER (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation) è un dispositivo in grado di produrre onde elettromagnetiche con specifiche caratteristiche di direzionalità e monocromaticità.

Dal punto di vista fisico, la radiazione elettromagnetica generata possiede:

  • una determinata frequenza (periodicità con cui la radiazione si ripete nel tempo);
  • una certa lunghezza d'onda (distanza spaziale dopo la quale la forma dell'onda si ripete).

Dunque il laser emette una specifica radiazione elettromagnetica che va ad interagire solo con quei tessuti in grado di assorbire quella lunghezza d'onda.

In particolare, il laser usato nel nostro studio dentistico è un laser a diodi che:

  • ha lunghezza d'onda di 810 – 980 nm ed è perciò assorbito dalle sostanze scure, pigmentate (emoglobina, melanina) e anche dall'acqua;
  • è provvisto di fibre ottiche di diametro variabile (200 – 300 – 400 um) e manipoli dedicati a seconda delle applicazioni;
  • possiende una frequenza regolabile dall'operatore, al fine di ottenere il miglior risultato clinico senza provocare danni e surriscaldamenti ai tessuti trattati.

Grazie a queste caratteristiche, i vantaggi del laser a diodi sono

  • rispetto e atraumaticità dei tessuti molli;
  • azione mirata e selettiva su strati cellulari ben definiti, senza provocare alterazioni sui tessuti circostanti, grazie alle fibre ottiche che conducono il raggio laser con minime dispersioni circonferenziali;
  • migliore detossificazione delle superfici con cui viene a contatto;
  • più veloce guarigione post-operatoria;
  • minore o nullo dolore intaroperatorio.

Il Laser a diodi è dunque un sofisticato strumento che risulta particolarmente utile in molte specialità odontoiatriche:

  • endodonzia
  • parodontologia
  • protesi
  • chirurgia orale dei tessuti molli
  • trattamento dell'ipersensibilità dentinale;
  • altri