Parodontologia

La parodontologia è quella branca dell’Odontoiatria che si occupa della cura delle malattie associate ai tessuti parodontali*. La patologia che più frequentemente colpisce queste strutture si chiama parodontite o malattia parodontale ed è conosciuta anche volgarmente con il nome di piorrea.

La parodontite è un malattia cronica e progressiva provocata da batteri presenti nella cavità orale e nella placca dentale. Questa patologia causa la distruzione progressiva dei tessuti di supporto degli elementi dentali e sul lungo periodo ne determina la perdita. Nella maggior parte dei casi la malattia parodontale non ha un comportamento aggressivo ma cronico e progressivo. In altre parole, i denti vengono persi dopo diverso tempo dall’insorgenza di questa malattia che viene sempre preceduta inizialmente dalla gengivite.

La gengivite è una semplice e banale infiammazione delle gengive causata anch’essa da placca batterica e tartaro. Questa condizione è facilmente reversibile (con restitutio ad integrum – ossia le gengive tornano sane esattamente come prima) dopo aver rimosso la placca batterica e il tartaro che ne costituiscono le principali cause.

Sia la gengivite che la parodontite risultano asintomatiche. Nella stragrande maggioranza dei casi infatti, non si hanno dolore o sanguinamenti gengivali particolari; perciò non ci si rende conto di essere affetti, se non nelle fasi più avanzate della parodontite allorquando insorga mobilità dentale.

Il dentista, mediante un accurato esame clinico e radiografico, può fare una diagnosi precoce di parodontite ed intervenire per tempo, mettendo in atto tutte quelle misure e terapie necessarie a salvaguardare la salute orale del paziente. Chiaramente a seconda del caso clinico verrà proposta la terapia più adatta.

 

*I tessuti parodontali si distinguono in duri e molli (di sostegno ai denti) e le patologie ad esso correlate

 

parodontologia